Comunicato stampa n. 2 del 28 Luglio 2014

Ha preso avvio con entusiasmo e partecipazione la prima giornata del XXXI del Life Happening “V. Quarenghi”, intitolato “Per amare ed essere amato”. In seguito alla conferenza stampa di presentazione tenutasi al mattino

, successivamente i ragazzi presenti hanno infatti potuto seguire ben due interessanti relazioni.

La prima, a cura della professoressa Paola Mancini, segretaria nazionale del Movimento per la Vita Italiano, aveva per titolo “Giovani, famiglia, vita: una prospettiva di senso”, e – basandosi su un’analisi di come l’attacco alla famiglia ha prodotto e sta producendo effetti disastrosi sul versante educativo – ha messo in luce come, attraverso la speranza, sia possibile ricostruire questa realtà minacciata fino a ricondurla all’unica dimensione autentica e fondante,che è quella dell’amore.

Non meno partecipato è stato poi il secondo intervento, intitolati “Scoprire la bellezza della fertilità” e a cura della dottoressa Maria Vittoria Cammarota, medico ed insegnante del Metodo Billings. Nella relazione la dottoressa Cammarota ha saputo, con chiarezza espositiva e profondità, spiegare come una compiuta conoscenza della fertilità e dei suoi meccanismi renda ciascuno capace di scelte consapevoli e quindi davvero libero e responsabile.

L’acuta riflessione, da un lato, effettuata sulla famiglia e sulla sua importanza nella prospettiva esistenziale di ogni giovane e, dall’altro, la scarsa diffusione di approfondimenti sulla fertilità, ha – come abbiamo detto – reso questo primo giorno particolarmente appassionante e i giovani partecipanti al Life Happening “V. Quarenghi” positivamente interessati a saperne di più.

Giuliano Guzzo,

responsabile comunicazione Life Happening 2014.