Unioni civili: i politici ascoltino il Papa.
Unioni civili: i politici ascoltino il Papa.

“Richiamato che ‘Non esiste fondamento alcuno per assimilare o stabilire analogie, neppure remote, tra le unioni omosessuali e il disegno di Dio sul matrimonio e la famiglia’, Papa Francesco ha ribadito con la sua autorità quanto affermato dai Padri sinodali ‘circa i progetti di equiparazione al matrimonio delle unioni tra persone omosessuali’. Di fronte a queste parole, osiamo ancora sperare che qualche coscienza ‘ben formata’ di parlamentare cattolico voglia prendersi una pausa di riflessione, prima di dare disinvoltamente il proprio voto a un progetto di legge che avrà impatti devastanti sulle future generazioni”.

Lo afferma il presidente del MPV Gian Luigi Gigli commentando la Esortazione Apostolica “Amoris Laetitia” presentata oggi alla stampa. “Anche se nella quotidianita’ accade il contrario – sottolinea Gigli -, ‘nessuno puo’ pensare che indebolire la famiglia come società naturale fondata sul matrimonio sia qualcosa che giova alla societa”. Infatti, ‘Nessuna unione precaria o chiusa alla trasmissione della vita ci assicura il futuro della societa”. Lo riafferma il Papa, ma dovrebbe ben saperlo ogni parlamentare impegnato nel promuovere il bene comune della societa’ italiana”.

(ANSA).