Bioetica: ora è il turno dell’incesto.
Bioetica: ora è il turno dell’incesto.

Quel che sembrava assurdo, talmente assurdo da non richiedere la necessità di esecrarlo, sta piano piano prendendo piede. Allo stesso modo del movimento per la legalizzazione della pedofilia, si fa largo un movimento per la legalizzazione dell’incesto. E si fa largo seguendo i dettami della famosa finestra di Overton, di cui presto tratteremo in modo più esteso. Per il momento possiamo dire che il tema più inaccettabile e inaccettato può diventare plausibile per una società se introdotto a piccole dosi, e partendo dai canali meno attaccabili.

E’ notizia recente quello di un figlio dato in adozione appena nato, che dopo tanto tempo ritrova sua madre, che lo aveva dato alla luce giovanissima. Questa storia inizia come una di quelle che piacciono a noi, con la “mamma segreta” che rinuncia all’aborto per dare a suo figlio la possibilità di una vita piena, per di più con un’altra mamma. Ma quando Kim West, la mamma, ritrova suo figlio trentaduenne, Ben Ford, tra i due, a quanto pare, scoppia una passione non proprio materna. Ben, forse perché dotato di un Vangelo con dei clamorosi refusi di stampa, lascia sua moglie per unirsi a sua madre.

E non è tutto: vogliono avere un figlio insieme. Kim vuole dare alla luce il figlio-fratello di Ben. Sono consapevoli, dicono, dell’orrore che suscitano negli altri, ma si giustificano dicendo che davanti a una passione come la loro non si possono frapporre ostacoli umani. Il quotidiano inglese The New Day, che riporta la notizia, si chiede apertamente se sia un caso di immoralità oppure di patologia psichiatrica.

Ma il caso inglese è solo il caso del giorno. In una trasmissione spagnola dal titolo “Cambiame”, due fratelli, Ana di 27 anni e Dani di 23, che si sono ritrovati su un social network dopo essere cresciuti separatamente, in diretta televisiva e davanti al loro padre dichiarano il loro amore. Il padre non fa una piega, e anzi la butta sul ridere, chiedendo alla figlia se può chiamarla “nuora”. E al termine della trasmissione, lo stilista dello show, Pelayo Diaz, pubblica su twitter una frase eloquente anche se non proprio originale.

Chi siamo noi per giudicare? L’amore viene prima di tutto”. Naturalmente non può mancare l’accademico pazzo. Il prof. Sobirk Petersen, danese, docente di etica della giustizia penale presso l’università di Roskilde, in Danimarca, apre alla legalizzazione dell’incesto, punito con due anni di reclusione secondo la legge danese. Il suo ragionamento è questo: dato che le tecniche di fecondazione assistita permettono, teoricamente, che una persona abbia figli con il proprio fratello, per evitare intrecci di natura legale, tanto vale legalizzare l’incesto. E se il figlio viene malformato? Nessun problema, dice il professore: abbiamo sempre l’aborto per risolvere la situazione.

Come dire: lasciamo che le radiazioni si propaghino e, se c’è qualcuno che ne viene investito e sviluppa tumori o mutazioni. possiamo sempre sparargli. Tempo fa persino il consiglio etico tedesco aveva espresso un parere non difforme, a favore della legalizzazione dell’incesto. Chi non vorrebbe chiedere un consiglio sull’etica a questo consiglio etico? Non siamo necessariamente davanti ad un piano inclinato, per cui ciò che deve succedere, succederà. Penso che il mondo non sarà mai incline ad accettare l’incesto.

Tuttavia dobbiamo prepararci. Presto ci verrà chiesto “ma perché proibire, se si amano? Chi siamo noi per giudicare?L’amore vince su tutto”. E allora sapremo rispondere? Si potrebbe rispondere così. Perché proibire, se si amano? Perché da sempre i comportamenti che rischiano di spaccare una società vengono proibiti. In tutte le culture, in tutte le epoche. Queste persone avrebbero bisogno non di un prete, ma di un bravo psicanalista. Chi siamo noi per giudicare? Individui raziocinanti. L’amore vince su tutto. E chi l’ha detto? E poi, di che tipo di amore stiamo parlando?

V per Vita

Fonti:

  • http://www.fanpage.it/mamma-e-figlio-si-innamorano-vogliamo-sposarci-e-avere-un-bambino
  • http://www.ilmessaggero.it/societa/nolimits/fratello_sorella_incesto_ana_dani_cambiame-1675999.html
  • http://www.ilsussidiario.net/News/Esteri/2014/10/19/INCESTO-Il-sesso-tra-fratelli-sia-legalizzato-il-parere-del-professore-danese/544618

Foto copertina: Massimiliano Calamelli. Broken (CC).