In Canada si discute di Eutanasia
In Canada si discute di Eutanasia

E’ del 14 di Aprile la calendarizzazione nella House of Commons canadese, di una proposta di legge (Bill C-14) che apre in maniera importante all’eutanasia. La proposta fornisce immunità legale a chiunque uccida un’altra persona. Alex Shadenberg, presidente della Euthanasia Prevention Coalition in Canada, evidenzia le criticità della norma:

Punto 1: CHI PRATICA L’EUTANASIA DECIDE SE QUESTO ATTO E’ NECESSARIO E LIBERO:  La legge permette in sostanza alla stessa persona che praticherà l’iniezione letale di approvare l’atto stesso dell’eutanasia e di segnalarlo alle autorità. Una volta che il paziente è morto, è troppo tardi per provare se ha ricevuto l’eutanasia in coscienza o mediante coercizione.

Punto 2: IMMUNITA’ PER TUTTI: La legge (sezione 241.3) fornisce immunità legale per “ogni persona che faccia qualcosa allo scoppo di aiutare un medico o infermiera a fornire assistenza ad un paziente per morire”. Ancora (sez. 241.5) fornisce immunità legale a “chiunque faccia qualsiasi cosa, su richiesta esplicita di un’altra persona, per aiutarla ad auto-amministrarsi una sostanza che le è stata prescritta come parte di sistema di assistenza medica per morire”. Questa sezione può essere interpretata per applicarsi a membri della famiglia o ad amici che sono coinvolti nell’eutanasia ma, allo stesso modo, mancando definizioni più precise, potrebbe applicarsi a chiunque.

Punto 3: NON TUTELA L’OBIEZIONE DI COSCIENZA: Non è prevista nella proposta in esame.

Come in tutte le leggi, il diavolo si nasconde nei dettagli. Ed i dettagli in questo documento sono particolarmente pericolosi per i canadesi.

Fonte: Euthanasia Prevetion Coalition (EPC): link all’articolo originale