Il Senato canadese approva la legge sull’eutanasia in tempo per le vacanze estive
Il Senato canadese approva la legge sull’eutanasia in tempo per le vacanze estive
Il 16 Giugno il senato Canadese ha appena approvato la proposta di legge “C-14” sull’eutanasia e il suicidio assistito. La legge era già stata approvata alla camera il 31 Maggio.
La legge mantiene la clausola che “la morte naturale deve essere ragionevolmente prevedibile”. Alex Schadenberg, direttore della Euthanasia Prevention Coalition, commenta così la notizia: “Sono dispiaciuto che la camera abbia ritirato l’emendamento che proibiva il beneficiario dell’eredità di aiutare la persona a morire o di firmare la sua richiesta di morte assistita. Questo era un emendamento che proteggeva le persone da beneficiari avidi o da membri della famiglia senza scrupoli. La legge prevede che un beneficiario possa partecipare all’atto, anche alla iniezione letale.”

“La legge prevede che chi beneficia dell’eredità

possa partecipare all’atto, anche alla iniezione letale.”

Il Senato ha approvato la legge con 44 voti contro 28 contrari. Adesso la legge dovrà essere firmata dal Governatore generale. Nessun tentativo è stato fatto di modificare la C-14 nelle sue parti più controverse e la legge ad oggi:

1 – Fornisce immunità legale ai medici o infermiere per decisioni o atti contro la stessa legge.
 
La Sezione 241.3 afferma: Prima che un medico o un infermiere assista la persona a morire, il personale sanitario deve: (a) essere dell’opinione che questa persona incontra tutti i criteri stabiliti nella sottosezione (1);
La sezione 227(3) afferma: Per maggior sicurezza, l’esenzione stabilita nella sezione (1) e (2) si applica anche se la persona che vi si appella ha un ragionevole anche se travisato parere circa un qualsiasi fatto che è un elemento di esenzione.
Queste sezioni della legge assicurano che il personale medico non sarà MAI processato per decisioni o atti che contravvengono la C-14.
2. La legge C-14 permette a tutti di causare la morte con l’eutanasia o il suicidio assistito.
Bill C-14 – sezione 227(2) afferma: Nessuna persona è incolpabile di omicidio se ha fatto una qualsiasi cosa per lo scopo di aiutare un medico o il personale sanitario a assistere una persona a morire in accordo con le sezioni 241.2.
Bill C-14 – sezione 241(3) afferma: Nessuna persona commette reato sotto i paragrafi (1)(b) se pone in atto una qualsiasi condotta per lo scopo di aiutare un medico o il personale sanitario a assistere una persona a morire in accordo con le sezioni 241.2.
Bill C-14 – sezione 241(5) afferma: Nessuna persona commette reato sotto i paragrafi (1)(b) se pone in atto una qualsiasi condottab, su richiesta esplicita di una altra persona, per lo scopo di aiutare questa persona ad auto-amministrarsi sostanze che sono state prescritte come parte del processo di assistenza alla morte in accordo con le sezioni 241.2.
Nessuna giurisdizione nel mondo offre immunità legale a tutti coloro che fanno qualsiasi cosa per assistere una persona a morire. La legge B-14 è la più estesa al mondo. E’ perfino più controversa della legge belga.
Fonte: Alex Shadenberg