Quarenghi2016, Petrilli: i Cav offrono un «modello professionale di assistenza e accoglienza» alla maternità
Quarenghi2016, Petrilli: i Cav offrono un «modello professionale di assistenza e accoglienza» alla maternità

Nel terzo appuntamento del Corso di avviamento al volontariato Cav è intervenuto Emanuele Petrilli, proboviro del Movimento per la Vita italiano e membro del Movit Firenze – Siena. Nella sua relazione dal titolo “Gli aiuti offerti dal Cav” ha esposto ai numerosi partecipanti i vari progetti che i singoli volontari si trovano a fornire alla donna con una gravidanza problematica o inattesa durante il loro servizio: il più importante è il Progetto Gemma, un servizio per l’adozione prenatale a distanza di madri in difficoltà, tentate di non accogliere il proprio bambino.

«I Centri di Aiuto alla Vita – ha puntualizzato Petrilli – offrono un servizio specifico e particolare, rappresentato dall’accoglienza della donna in una forma che rispecchia un modello professionale di assistenza sociale che si basa sul tentativo di rimuovere gli ostacoli alla prosecuzione della gravidanza senza mai coartare la donna in una decisione delicata della sua vita». «Lo stile del Movimento per la vita è quello di porsi in accoglienza verso la donna affinché la scelta della donna sia piena e consapevole», ha concluso Petrilli.