FETO IN 3D E TECNOLOGIE DI REALTÀ VIRTUALE
FETO IN 3D E TECNOLOGIE DI REALTÀ VIRTUALE

Cari genitori, se già vi emozionava sentire il battito del vostro piccolo al Doppler Fetale, se già scrutavate il suo corpicino attraverso l’anonima scala di grigi dell’ecografia, se già litigavate perché all’ECO 3D sembrava che vostro figlio per l’una fosse tutto sua madre, per l’altro tutto suo padre, preparatevi a vivere tutto più intensamente.
Alcuni ricercatori della Clinica di Diagnostica per immagini di Rio de Janeiro si sono serviti di una nuova tecnologia per ottenere da dati ultrasonografici e della risonanza magnetica un modello di realtà virtuale del feto.
Sono stati ricostruiti in 3D l’utero, il cordone ombelicale, la placenta, ma anche i singoli organi e l’intera struttura interna del feto.
Nella prima fase del progetto i modelli 3D sono stati utilizzati per permettere a donne non vedenti, in gravidanza, di toccare le immagini e conoscere i tratti somatici dei loro figli non ancora nati. Successivamente è stato utilizzato “Oculus Rift”, un visore per la realtà virtuale, grazie al quale il modello 3Ddel feto può essere visto da vicino, da ogni angolazione, con il solo movimento del capo, come un videogame.
Heron Werner Jr, uno dei responsabili dello studio, ha affermato che questo visore << fornisce immagini fetali più nitide e chiare di quelle ecografiche e della risonanza magnetica, visualizzate su schermi tradizionali. I modelli fetali in 3D, combinati con la tecnologia immersiva della realtà virtuale, possono migliorare la nostra comprensione delle caratteristiche anatomiche fetali>>.
Una conoscenza così approfondita del feto permetterebbe inoltre di diagnosticare precocemente malformazioni o patologie congenite, d’intervenire già durante la vita intrauterina o di migliorare il training delle équipe che dovranno operare subito dopo la nascita, riducendo i rischi. Più di ogni altra cosa, però, i genitori avranno l’opportunità di veder crescere il proprio figlio, ascoltando l’ambiente in cui è immerso, in un meraviglioso mondo virtuale che, in fondo, è solo la realtà.

dr.ssa Mara Citro