“La tratta di esseri umani: crimini antichi e di oggi”, ne ha parlato il convegno del Movit di Firenze e Siena

By: giovane

Venerdì 13 aprile, si è svolto presso i locali dell’Università di Firenze, polo di scienze sociali, il convegno del Movit di Firenze e Siena dal titolo “ LA TRATTA DI ESSERI UMANI: CRIMINI  ANTICHI E DI OGGI” Sul tema dell’immigrazione clandestina, della tratta e della maternità surrogata.

Presenti il professor Luciano Bozzo della Scuola di Scienze Politiche “Cesare Alfieri”, presidente del corso di laurea magistrale in Relazioni internazionali e Studi europei; la on. Eugenia Roccella, già sottosegretaria presso il ministero della Sanità; la dott.ssa Serena Perini, consigliera comunale e responsabile per la Toscana dell’associazione Papa Giovanni XXIII. Moderava il professor Angelo Passaleva, professore di allergologia presso l’Università di Firenze, già presidente del Consiglio regionale della Toscana e presidente del CAV di Firenze.

L’introduzione fatta dal prof. Bozzo ha inquadrato l’argomento, premettendo che la lontananza dei temi di cui si occupa in genere, ossia le relazioni internazionali, con il tema del convegno, è in realtà solo apparente. Infatti queste tematiche coinvolgono da vicino le relazioni internazionali, visto che sono connesse con l’immigrazione, da un lato, e la globalizzazione, dall’altro. Inoltre se di tratta si parla, c’è un essere umano che di questa tratta è oggetto: vengono quindi lesi i suoi diritti più elementari.

L’onorevole Eugenia Roccella ha svolto il tema “maternità surrogata: una nuova schiavitù”. Secondo l’onorevole, la questione della maternità surrogata o utero in affitto rappresenta il punto di emersione di una questione antropologica: è infatti in gioco l’umanità e il senso che si dà all’uomo oggi. Infatti i legami parentali che la maternità surrogata sovverte sono invece essenziali per la comprensione della propria identità. Infatti già adesso molti nati con queste modalità sono alla ricerca delle proprie origini, dei propri genitori biologici, genetici. Benché in Italia la legge 40 proibisca la maternità surrogata, l’art. 20 della legge Cirinnà ha aperto uno spiraglio per le corti che hanno di fatto permesso  di riconoscere come proprio il bambino nato all’estero con questa forma.

La dott.ssa Perini ha introdotto il tema delle “nuove schiave del nostro secolo”. Il traffico di esseri umani nel mondo è estremamente redditizio, secondo solo al traffico delle armi. La grandissima parte delle donne che si prostituiscono sono immigrate e costrette a ciò; e una gran parte di loro sono minorenni, alcune di 12- 13 anni, soprattutto di nazionalità nigeriana. Disgraziatamente, si parla ora di riaprire le case chiuse, nonostante questa esperienza in Germania abbia dato pessima prova di sé, non arginando ma semmai fomentando lo sfruttamento. Sembra preferibile il modello nordico, adottato in Svezia e che si basa sul divieto e sulla punibilità anche della clientela. Sulla base di questo modello, il sindaco di Firenze Dario Nardella ha recentemente emesso una ordinanza, sulla scorta del decreto Minniti, che proibisce di avvalersi delle prestazioni delle prostitute. Si può riscontrare un certo successo di questo provvedimento in termini di efficacia.
Purtroppo, le politiche proibizioniste, malgrado abbiano successo e siano in linea con la recente tendenza internazionale in Europa, stentano a decollare in Italia, perché inquadrate come eccessivamente “confessionali”, visto che i pochi che le portano avanti sono politici di area cattolica.
La dott.ssa Perini ha infine indicata come strada promettente l’educazione e l’informazione sin dalla adolescenza su questi temi, e a tal fine si è mostrato il fumetto di Myriam Savini. Il fumetto è stato prodotto nel workshop sulle arti grafiche tenuto da Myriam Savini, durante il seminario di studi MIGRAZIONI & TRATTA (Roma, 28 Novembre 2017 Università LUMSA). Una copia è stata consegnata dall’autrice a Papa Francesco durante l’udienza privata concessa dal Santo Padre ai partecipanti della IV giornata mondiale di preghiera e riflessione contro la tratta di persone, svoltasi il 12 Febbraio 2018 in Sala Clementina.
Il convegno si è concluso nel generale auspicio di una nuova generazione di politici che abbia radici culturali forti e soprattutto che inquadri la questione antropologica in modo più umano e umanista.
Emanuele Petrilli
v.presidente del Movit Firenze Siena

Disclaimer

Copyright © 2011, prolife.it e giovaniprolife.org. Le citazioni devono riportare link attivo e autore se indicato o siglato. Le foto sono valutate di pubblico dominio e restano di proprietà degli autori se indicati.

Giovani Prolife

Back to Top