Condividere, dialogare, confrontarsi per costruire un futuro di speranza
Condividere, dialogare, confrontarsi per costruire un futuro di speranza

Incontro dei giovani a Terrasini (Palermo)

L’11, il 12 e il 13 di ottobre 2019 si è tenuto a Terrasini il seminario organizzato da Federvita Sicilia. In questa occasione nella giornata del 12 il seminario si è sdoppiato in un percorso per gli adulti e un altro percorso dedicato a noi giovani.

Donna, vita, amore”: questo è stato il tema dell’intero convegno e i giovani si sono focalizzati su alcuni argomenti molto belli e interessanti. La mattina siamo stati in compagnia dell’avvocato Arturo Bongiovanni che ci ha parlato della comunicazione all’interno della famiglia e dell’importanza della vita, portandoci diverse testimonianze di donne che sono state aiutate, durante la gravidanza, dai Centri di Aiuto alla Vita. “Il passaggio dal nulla all’essere si ha nel momento del concepimento”: queste sono state le parole dell’avvocato che, come il resto delle cose da lui dette, hanno colpito molto i ragazzi e hanno suscitato in tutti diverse emozioni contrastanti che hanno portato ad un confronto e un dialogo trascinante.

Nel pomeriggio sono stati premiati i ragazzi che hanno partecipato al Concorso Europeo e al concorso  “I colori della vita” promosso ogni anni da Federvita Sicilia per gli studenti fino al secondo superiore.

A seguire c’è stato l’incontro con il dottore Angelo Vecchio, neuropsichiatra infantile, il quale ha parlato dell’amore per la vita nell’adolescenza partendo proprio dalla definizione della stessa come concetto esistenziale, di crisi e armonia, di modificazioni somatiche e psicosomatiche. Ha sottolineato il fatto che tutto si riduce ad una sfida per conquistare un’identità.

Infine è intervenuto Saverio Sgroi, educatore, su tematiche quali l’amore, la sessualità, l’affettività, l’innamoramento; l’incontro è stato incentrato sull’identità intima della persona e sulla domanda: chi sono?

Tutto si è svolto in modo interattivo: i ragazzi hanno partecipato con molto interesse, e sono stati molto coinvolti sull’argomento amore e sulle sue sfumature.

La giornata dedicata a noi giovani a Terrasini può essere sintetizzata con le parole condivisione, dialogo, confronto.

Abbiamo vissuto un bel momento di condivisione fra giovani di diverse età, interessati e partecipi, ognuno con un proprio vissuto, ma con un unico obiettivo: essere non “contro” ma pro vita.

Dal dialogo è emersa la voglia di parlare e di capire, l’importanza del comunicare con empatia senza giudicare e del “combattere sempre le grandi battaglie senza arrendersi mai” riscoprendo così la vita.

È stato un momento di confronto indubbiamente formativo, merito dei relatori capaci non solo di attirare la nostra attenzione, ma anche di farci riflettere.

Questa esperienza, inaspettata, ha offerto tanti spunti da cui ripartire.

Quello che ci auguriamo è che possa ripetersi e che il numero di giovani partecipanti, non solo a seminari e giornate come queste, ma anche al Movimento per la Vita, possa crescere sempre più nella consapevolezza che la vita va difesa ed è nostro compito essere pronti fin da adesso ad aiutarla costruendo un futuro di speranza.

Maria Faillaci e Alessandra Lanza