Cronache di Strasburgo #12
Cronache di Strasburgo #12

L’esperienza, che ho vissuto a Strasburgo insieme ai 40 vincitori nazionali del premio internazionale A. Solinas del Movimento Per La Vita, è stata un’opportunità di crescita personale e culturale, capace di lasciare un segno indelebile dentro di me.

L’obiettivo del viaggio-premio è stato quello di sensibilizzare noi ragazzi su tematiche che in ambito scolastico normalmente non si approfondiscono, come l’eutanasia, la maternità e la cura degli invalidi, per formare coscienze critiche, capaci di formulare una propria idea personale, ricca e profonda al riguardo.

Un altro punto chiave del viaggio è stata la visita alle Istituzioni Europee: il Consiglio d’Europa (organo protettore dei diritti fondamentali dell’uomo) e del Parlamento Europeo.

Riunirsi tutti insieme in una delle sale, nelle quali i parlamentari europei lavorano quotidianamente, per simulare una seduta parlamentare (con tanto di emendamenti da modificare e approvare, discutere) ha rappresentato per me motivo di grande emozione e crescita personale, una delle esperienze più belle che abbia vissuto.

La discussione e il confronto tra noi giovani ha arricchito ognuno di noi, suscitando dubbi e idee del tutto nuove.

Per citare uno dei nostri responsabili e organizzatori: “L’obiettivo principale non è formare le menti o diffondere una particolare idea, bensì sconvolgere le vostre certezze e convinzioni affinchè possiate tornare a casa con più dubbi e domande di prima”.

Così è stato, siamo usciti dal Parlamento più stimolati che mai. Una prova tangibile di tutto questo è stato il fatto che, con mia sorpresa, i dibattiti e gli accesi scontri di idee siano proseguiti anche al di fuori delle aule istituzionali! Ci è stata fornita anche l’opportunità di dialogare con una europarlamentare italiana in carica e toccare con mano quale sia l’importanza del ruolo che ricopre.

Un ultimo aspetto, non meno importante, sono stati i momenti di svago e tempo libero all’interno della città di Strasburgo. Vivere immersi nell’atmosfera natalizia dei suoi viali storici con un gran numero di mercatini, con i loro caratteristici profumi speziati, colori e sapori unici è il modo migliore per respirare l’aria del Natale e conoscere le tradizioni dell’Alsazia.

Il nostro gruppo era composto da vincitori appartenenti a tutte le regioni italiane. Ognuno di noi è partito non conoscendo nessuno ed è tornato ricco di nuove amicizie. In questi tre giorni ho collezionato risate e istanti indimenticabili con ciascuna delle persone che ho incontrato. Ho imparato preziose lezioni di vita. Durante i dibattiti mi sono messa in discussione e questo mi ha fatto crescere.

Sono grata di aver avuto questa possibilità. Non mi pentirò mai della scelta di essermi messa in gioco per partecipare al concorso.

Ringrazio il Movimento per la Vita e tutti coloro che mi hanno accompagnato a Strasburgo, regalandomi parte di loro stessi.

Resterete sempre nel mio cuore!

Maria Giulia Macelletti

Puglia